L'altra faccia dello sci

a
         10 Mar 2021 12:22
0 votes
  0 comments
  1345 views
  SHARE:

CORSO DI SCI ALPINISMO

L’altra faccia dello sci

Immersi nella natura, lontano dalla troppa gente,

un’occasione per arricchire il proprio bagaglio di esperienze



Lo so, so che anche tu quest’anno, tra spostamenti limitati e chiusura degli impianti, stai guardando sconsolato i tuoi sci, gli scarponi, le racchette e loro guardano te, un po’ malinconici pensando alle stagioni passate.
Come se non bastasse quest’anno ci si sono messe pure le copiose nevicate che hanno imbiancato, cime, boschi, piste, una neve perfetta come era un po’ che non si vedeva.
Si lo so, è proprio una beffa.
E la voglia di toccare il manto bianco, disegnare qualche curva, respirare aria pura è davvero tanta.




Sci e neve, non tutto è perduto 

Sai che c’è, questa è la volta buona per dedicarti al fuori pista, allo sci alpinismo, in fondo gli impianti di risalita non sono l’unico modo per raggiungere una cima e scendere divertendosi con l’aria frizzante che “punge” il naso e le orecchie.
Forse finora non ci avevi mai pensato, forse avevi desistito perchè ti sei sempre detto: “è faticoso, è difficile, è pericoloso, non ho l'attrezzatura, non ho nessuno con cui farlo” e chissà quali altre idee ti sono passate per la mente.
Ora è giunto il momento di approfittare della situazione, abbandonare i pregiudizi e trovare un modo nuovo per divertirti con gli sci ai piedi.
E se stai pensando - ma non ho l’attrezzatura - a questo ci pensiamo noi, quindi, puoi tranquillamente proseguire la lettura.



La cosa migliore è iniziare con un corso

Se fino ad oggi ti sei fatto (a ragione) degli scrupoli sul fatto di praticare lo sci alpinismo da solo o con persone poco esperte, la cosa migliore è avvicinarti a questa disciplina frequentando un corso durante il quale puoi apprendere tutto ciò che ti serve per diventare autonomo e, in futuro, praticare in sicurezza questo straordinario “sport non sport”.
Per chi è all’inizio è sicuramente meglio evitare il “fai da te”, prima di tutto per una questione di sicurezza, in secondo luogo perchè quando non sai bene come fare, non conosci le tecniche e non hai i materiali giusti, corri il rischio di vivere un’esperienza poco gratificante. Questo è il motivo per cui molte persone abbandonano la pratica dopo la prima volta e si perdono tutte le cose straordinarie che lo sci alpinismo può regalare.
Un corso condotto da guide professioniste, invece, è una vera e proprio esperienza di crescita personale perchè ti da l’opportunità di apprendere nuove abilità tecniche, di conoscere di più te stesso e sviluppare le tue capacità, di sapere come valutare il meteo e le condizioni della neve per muoverti sempre in sicurezza e avere molti suggerimenti anche sulla scelta dei materiali. 
In un corso, inoltre, puoi avere a noleggio tutta l’attrezzatura ed evitare quindi di affrontare un costoso investimento prima di avere la certezza di continuare con soddisfazione questa splendida pratica.
Alla fine significa veramente regalarsi un chance in più per stare all’aria aperta immersi nella candida natura invernale con gli sci ai piedi.




Un corso è anche per chi non smette mai di imparare

Si, anche e soprattutto in questi casi vale il detto: “nella vita non si smette mai di imparare”.
Cambiano i materiali, evolvono le tecniche, si incontrano guide con esperienze diverse e si scoprono luoghi nuovi.
Quindi, anche chi ha già una certa pratica ed esperienza dello sci alpinismo può trovare in un corso tanti spunti nuovi, può affinare la propria tecnica, arricchire il proprio bagaglio di esperienza con nuovi “trucchi del mestiere” e, perchè no, avere l’occasione di conoscere persone nuove con la stessa passione che possono diventare futuri compagni e compagne di escursione.



2-3-4 aprile - Corso di sci alpinismo “Atôr pas Cretês da Cjargne” 

In questa anomala stagione invernale, potevamo lasciare lì, da sole, le nostre montagne innevate?
Certo che no ed ecco che, in questo finire di stagione, ora che le giornate si allungano e la voglia di respirare aria pura si fa sempre più insistente, abbiamo deciso di organizzare insieme ai fratelli Candolini, guide Alpine di InMont, il primo corso di sci alpinismo “Attorno alle cime della Carnia”.


PER CHI È QUESTO CORSO 
Abbiamo voluto dedicare questo corso a tutte le persone che:

  • sanno sciare ma che finora non hanno mai avuto l’occasione di praticare lo sci alpinismo e desiderano approcciare questa disciplina in totale sicurezza;
  • hanno già praticano la disciplina ma che sentono il desiderio di migliorarsi e di approfondire la tecnica, la pratica e la conoscenza dei materiali;
  • desiderano vivere tre giorni immersi nella natura silenziosa della Carnia, accompagnati da Guide esperte, insieme ad altre persone (poche) che condividono la stessa passione.


COSA IMPARERAI DURANTE IL CORSO

Sono 3 giorni ricchi di attività in cui potrai:
  • acquisire l'indipendenza su itinerari di livello MS;
  • affrontare i temi della tecnica di salita e della tecnica di discesa fuori pista;
  • imparare a leggere topografia e orientarsi;
  • apprendere come valutare le condizioni meteorologiche e del pericolo valanghe;
  • nonché delle tecniche di autosoccorso in valanga;
  • approfondire in concetti relativi alla sicurezza individuale e del gruppo;
  • rilassarti in compagnia alla fine di ogni giornata;
  • assaggiare le nostre specialità carniche.
Le 3 uscite giornaliere saranno accompagnate da delle lezioni teoriche serali.
Lo scopo del corso è di fornirti le basi per l'attività di scialpinismo, conoscere i materiali da utilizzare, sapere come scegliere gli itinerari ai quali partecipare e come affrontare le varie problematiche che l'ambiente invernale pone.


CHI SONO LE TUE GUIDE

InMont è Scuola di Alpinismo dal 2010, con guide certificate operanti nel settore fin dal 2003.
Il loro lavoro spazia dalla didattica con corsi e stage, ai viaggi con spedizioni extraeuropee, passando anche per momenti di approfondimento teorico e incontri.
Le loro iniziative toccano tutti gli ambiti dell’Alpinismo: roccia, ghiaccio, ferrate, scialpinismo, a cui si aggiungono diverse pubblicazioni e lavori di monitoraggio nivometereologico per conto della regione Friuli Venezia Giulia.

DOVE E QUANDO
Il corso si terrà dal 2 al 4 aprile (l’arrivo è previsto il giorno 1 per la cena) nel cuore della Carnia, lungo itinerari classici per lo scialpinismo pernottando ad Arta Terme.


Desideri avere più informazioni?
Clicca qui e compila il form e sarai ricontattato dal nostro staff entro poche ore. 



IL PROGRAMMA
GIORNO 1
Arrivo in albergo e cena degustazione per cominciare a conoscerci davanti a dei fumanti piatti tipici della zona.
Qualche chiacchiera dopo cene e a letto presto.
GIORNO 2
La prima giornata di corso è finalizzata ad apprendere le nozioni base per la progressione in salita con le pelli di foca e a verificare e migliorare le capacità sciistiche dei partecipanti.
Dopo aver illustrato i materiali tecnici propri di quest'attività e aver distribuito il materiale mancante ci trasferiremo nel comprensorio sciistico dello Zoncolan.
Qui avremo la possibilità, utilizzando per qualche risalita gli impianti (se aperti), di fare un veloce ripasso sulla tecnica di discesa. Nella tarda mattinata calzeremo le pelli e ci dirigeremo verso il Tamai. Il percorso è semplice e segue per una buona parte una pista forestale, terreno ideale per acquisire confidenza con le pelli di foca. Inizieremo anche a conoscere e mettere in pratica le inversioni più elementari esercitandoci per il resto della giornata salendo fino a raggiungere la nostra meta.
Scenderemo infine lungo la pista concatenando tratti fuoripista 
Avremo la possibilità di disegnare le prime curve in neve fresca seguiti dai consigli della Guida Alpina che ci darà tutte le indicazioni e i consigli necessari a questa disciplina.
Prima di rientrare in albergo affronteremo anche il tema della ricerca in valanga e del funzionamento dell’Artva.
Le attività si concludono verso le 16.00
Pranzo al sacco.
Per chi volesse sessione di spa per rilassare mente e corpo.
Alla sera, dopo esserci riposati e rifocillati, riprenderemo l'argomento legato all'artva, al suo funzionamento e al soccorso in valanga.
GIORNO 3
Anche questa giornata ha uno scopo prettamente didattico. Gli argomenti più importanti che affronteremo saranno ancora una volta la tecnica di risalita, tecnica di discesa e la ricerca con l'Artva.
Avremo anche la possibilità di parlare di topografia e orientamento, di nivologia e meteorologia prendendo spunto dall'ambiente circostante.
A tale scopo ci sposteremo verso il M.te Dimon.
Durante la salita affronteremo con più dettaglio tutte le varianti delle inversioni a passo di giro e del dietrofront. Acquisiremo la dimestichezza sufficiente e necessaria per progredire senza affaticarsi troppo utilizzando le giuste inversioni a seconda del terreno.
Sarà quindi il momento di scendere e ancora una volta potremo migliorare la nostra tecnica seguendo i consigli puntuali e professionali della Guida.
Pranzo al sacco.
A fine giornata riprenderemo anche il tema della ricerca in valanga con delle prove pratiche e degli esercizi specifici sull'uso dell'Artva.
Fatto rientro in albergo, durante la serata, avremo il tempo per affrontare in forma molto più dettagliata gli aspetti legati alla nivologia e alle valanghe utilizzando anche supporti didattici e video.
GIORNO 4
L'ultima giornata del corso sarà dedicata a una salita vera e propria durante la quale avremo la possibilità di affinare al meglio la nostra tecnica sia di salita che di discesa nonché prendere ancor più confidenza con gli aspetti di orientamento e sicurezza legati all'ambiente invernale.
Ci dirigeremo verso Collina per sciare il Pic Cjadin. Durante questa giornata presteremo sempre più attenzione all'ambiente circostante per cogliere e riconoscere quegli aspetti che ci possono salvaguardare dai rischi della montagna in veste invernale. Cercheremo di individuare sulla carta l'itinerario di salita, riportarlo sul terreno e riconoscerne le aree potenzialmente valanghive.
Sarà così l'occasione di acquisire ancor di più coscienza e conoscenza di questa fantastica disciplina potendo mettere in pratica tutte le nozioni che abbiamo appreso durante le uscite precedenti, comprendendo ancor meglio l'importanza del gruppo e allo stesso tempo dell'essere autonomo all'interno del gruppo stesso, alle dinamiche che si possono creare e quali atteggiamenti ci permettono di godere della nostra sempre nella massima sicurezza possibile.
Scenderemo quindi in valle e, dopo esserci salutati con un brindisi finale, ognuno si godrà il viaggio di ritorno a casa.
COSTO DEL CORSO
Il prezzo del corso è di 860 Euro e comprende:
Soggiorno di 3 notti comprensivo di cene e pranzi al sacco
Quota di iscrizione al Corso
1 cena degustazione
3 ingressi alla SPA
  
PER TE UNA PROMOZIONE SPECIALE E 3 BONUS
Per te che ci hai seguito fin qui abbiamo una promozione speciale!
Se prenoti entro il 21 marzo potrai acquistare il corso a solo 690 Euro e in più:
la guida con tutti 10? gli itinerari di scialpinismo sulle Alpi Giulie
un buono sconto di 10 Euro sull’acquisto di prodotti tipici presso il punto vendita Despar di Arta Terme 
uno sconto del 10% sul tuo prossimo viaggio avventura in Carnia scelto tra quelli disponibili nel catalogo Silent Alps
Per avere informazioni e prenotare
Clicca qui e compila il form con tutte le informazioni richieste. Sarai ricontattato dal nostro staff entro poche ore oppure chiama la nostra responsabile Valentina al numero e  
FAQ
Il corso si tiene con qualsiasi tempo? > a meno che non ci sia proprio bufera/diluvio. Salvo condizioni particolarmente critiche viene sempre confermato. In base alle condizioni della neve le guide possono decidere di cambiare itinerario per condurre le uscite in sicurezza
Fino a quando posso prenotare? > 5 gg prima per consentire di organizzare al
Sono interessato ma non ho l’attrezzatura, come posso fare? > ci occupiamo noi del noleggio
Il corso si svolge se siamo gialli, arancioni, rossi? > eh in teoria solo in giallo
Se il corso viene annullato avrò il rimborso? > se viene annullato causa forza maggiore (meteo e covid) il rimborso sarà totale
Qual è il numero di partecipanti al corso? Ogni guida accompagna al massimo 6 persone, possiamo attivare fino a 12 persone con due guide.
Lo sapevi che?
Lo Sci alpinismo è la tecnica di sci più vecchia, tenace e sostenibile.
Vecchia perché correva l’anno 1564 quando l’esercito di Svezia, in guerra contro la Danimarca, schierava tra le proprie fila un’armata composta da quasi 4000 soldati sciatori e il battesimo degli sci sulle Alpi si ha con la salita al colle di Pragel presso Glarus in Svizzera compiuta nel 1893. 
Mentre fu solo nei primi anni del ‘900 che entrò in funzione il primo impianto di risalita
Tenace perché nonostante tutte le condizioni che ti si presentano davanti, la salita e la discesa dipende solo da te e non da altri fattori esterni come quest’anno con la chiusura degli impianti.
Sostenibile perché di fatto è il miglior modo che si possa avere per approcciare la montagna invernale, a passo lento, nel totale rispetto della natura.



How useful did you find this article?

  SHARE:


Write a comment (*)

0 comments

0 votes