Una cena per stare insieme

a
         28 Aug 2019 02:41
0 votes
  0 comments
  82 views
  SHARE:

UNA CENA PER ASSAPORARE IL VALORE DI STARE INSIEME


Quante volte trascorri una serata con la persona che ami e non ti accorgi di lei/lui?

In una relazione di coppia si festeggia andando al ristorante. È un rito! Quasi un'abitudine. 
In qualche caso si fa anche se si ha litigato fino a poco tempo prima, quasi pensando che il gesto stesso possa far cambiare le cose. E poi che succede? Che si litiga nuovamente e che si rimane anche con il mal di stomaco. 

All'inizio era tutto rose e fiori... o quasi. 

Appena iniziata la relazione sembrava che si andasse d'accordo su ogni cosa e, anche se non eri d'accordo accettavi ugualmente perché non ti pesava rinunciare alla tua opinione, alla tua esigenza. 
È vero, c'erano alcune cose su cui proprio non riuscivi ad essere dalla sua parte (la necessità di avere subito dei figli, la volontà di fare carriera che lo portava ad essere in giro tutta la settimana, solo per fare due esempi...), però pensavi che le cose avrebbero potuto cambiare, in qualche modo. 

Le divergenze sul futuro

È vero, ci dicono di guardare al qui e ora. Vivere il presente è necessario per progettare un futuro coerente. Ed è proprio nel presente, guardando al futuro che è utile lavorare sulle divergenze di coppia. Ma all'inizio del rapporto è difficile, non si vuole rovinare la luna di miele, sembra di essere portatori di guai a riflettere su ciò che potrà essere. 
È anche possibile che all'inizio sia tutto ok, che le aspettative siano simili, ma succedano improvvisamente eventi che cambiano la rotta, dall'oggi al domani (un nuovo lavoro che prevede il trasferimento, una malattia da superare, un cambio di casa non programmato, e tanti altri...)
Non sempre le reazioni sono univoche. 
Non sempre la vediamo allo stesso modo.

Una domanda importante

Quanto importante è per te avere accanto la persona che ami anche nel futuro? 
Quanto importante è per te condividere ancora il progetto di vita comune, o costruire insieme un nuovo progetto di vita date le nuove condizioni?
La risposta a questa domanda ti farà andare avanti a leggere l'articolo.
Se la risposta è “poco”. Puoi smettere qui e decidere di rompere il legame che hai oggi in essere.

Se la risposta è sì

Se la risposta è si, agisci! 
Per rispondere in modo costruttivo alle situazioni di cui abbiamo parlato prima è necessario avere chiaro che rimettere al centro la relazione è la prima e più importante cosa da fare.
Accettare il cambiamento o accettare semplicemente l'aspettativa dell'altro, considerarla e decidere insieme come andare avanti.
Allontana tutti gli orpelli che contornano la tua coppia e che non sono fondamentali e ritorna con la mente, il corpo e l'anima solo alla relazione. Non ti curare di ciò che dice la mamma (ti vuole bene ma non vive con te); non accettare consigli da chi c'è già passato (certo, ma la situazione era la sua non la tua); non ascoltare chi ti dice “passerà” (il tempo passa ma porta con sé i segni del suo passaggio). 
E allora la cena ci sta ancora! 


Una cena per ricominciare

La cena può essere il primo passo, una cena diversa, nella quale entrambi siete impegnati a far vivere all'altra persona il miglior momento possibile.
Una cena fatta dei sapori, dei profumi dei piatti cucinati con prodotti genuini, ma fatta anche e soprattutto degli sguardi, delle parole tra di voi. 
Una cena che aiuti a sciogliere le resistenze, a unire i cuori e a pianificare il futuro insieme.

E se la cena fosse solo una delle cose da fare insieme?

La cena può essere un momento di svolta, la cosa migliore è quella di inserirla all'interno di un luogo/tempo solo per voi! 
In Silent Alps questo può succedere. Puoi costruire un viaggio (anche solo un weekend) nel quale tutte le attività sono fatte per aiutarti a rimettere al centro la relazione.
Un momento in cui utilizzare le tue capacità di ascolto e comprensione per iniziare un dialogo costruttivo, nel quale le aspettative di entrambi possano essere soddisfatte, come in un puzzle nel quale le tessere, tutte necessarie per completare l'opera, possano incastrarsi perfettamente.








How useful did you find this article?

  SHARE:


Write a comment (*)

0 comments

0 votes